Un senso nel tempo: la storia fa tappa a Gualtieri, ottobre 2018

Un senso nel tempo: la storia fa tappa a Gualtieri, ottobre 2018

 

 

Lunedì 8 ottobre, approfittando delle celebrazioni per il quarantennale del nido Il Ciliegio di Gualtieri, abbiamo presentato Un senso nel tempo nella sala del Consiglio Comunale, insieme al Sindaco Renzo Bergamini e ad un nutrito gruppo di insegnanti, educatrici e Cittadini.

“Ricordare è un fatto di igiene mentale e sentimentale. Così, ogni tanto, quando caccio le lenzuola in lavatrice o tiro fuori il latte fresco dal frigorifero, o quando mi innervosisco perché il cellulare ha poco campo, mi rendo conto che tutto ciò non è così scontato. Che ho privilegi che un tempo non avevo, e che ancora oggi non tutti, non dappertutto, condividono.
Mi osservo da lontano. Relativizzo.
E almeno per un attimo mi sento lieta e grata. E così, per un attimo almeno, spero di voi.”
Annamaria Testa, su Internazionale, 8 ottobre 2018


Via Bellini, 7, 42016 Guastalla, Reggio nell’Emilia – Italy

• resta in contatto •
privacy e trasparenza • / • cookies

Un senso nel tempo: presentazione a Gualtieri

Un senso nel tempo: presentazione a Gualtieri

Un senso nel tempo: a Gualtieri lunedì 8 ottobre

Lunedì 8 ottobre, ore 17.00
Sala del Consiglio Comunale, Gualtieri
Presentazione del libro Un senso nel tempo.  I servizi educativi nella Bassa Reggiana, identità di un progetto per l’infanzia
di Alexia Salati
edizioni libre
Introducono il Sindaco Renzo Bergamini e l’Assessore alla Scuola, Giovani e Associazionismo Antonella Veronesi.
Dialogano Cristian Fabbi, Direttore di Progettinfanzia e Alexia Salati, autrice.
La storia dei servizi educativi della Bassa Reggiana è una storia di persone – tante – che in modo diverso hanno partecipato ad un progetto comune: il diritto ad una educazione d’eccellenza.
Questa storia parte da lontano e raccoglie i segni di una sensibilità che si è sviluppata in decenni, nutrendosi di esigenze sociali, progressi pedagogici, di lotta politica. Questo libro vorrebbe ricordarci da dove veniamo e di cosa siamo fatti, parlando di infanzia e di pedagogia, ma soprattutto raccogliendo le voci di coloro che c’erano e hanno conquistato spazi di dialogo e confronto, affermando, un passo alla volta, le ragioni di una educazione pubblica, democratica, inclusiva.
Una storia corale, bella proprio per questo, perché ci ricorda quanto il contributo di ognuno di noi possa cambiare le cose.
Presentazione organizzata all’interno della rassegna Bibliodays 2018.


Via Bellini, 7, 42016 Guastalla, Reggio nell’Emilia – Italy

• resta in contatto •
privacy e trasparenza • / • cookies

LIBRE a Palazzo Bentivoglio

LIBRE a Palazzo Bentivoglio

La mattinata è cominciata con un discorso di Cristian Fabbi direttore dell’Azienda Servizi Bassa Reggiana, che ha presentato LIBRE ed il contesto nel quale è nato questo progetto, gli autori ed i coautori del libro “becco d’aquila”. La Fondazione Museo Antonio Ligabue con le attente parole di Livia Bianchi ha spiegato le motivazioni del sostegno che la Fondazione ha dato a questo progetto editoriale. Il sindaco di Gualtieri Renzo Bergamini ha sottolineato il valore della collaborazione per la cultura e l’educazione, eccezionalità del nostro territorio.

Infine Gian Luca Torelli ha raccontato come è nato questo libro, dall’incontro con l’autore all’importanza della comunicazione attraverso le immagini, di quanto sia importante parlare di Antonio Ligabue a bambine e bambini ma sopratutto agli adulti sia per la contemporaneità della tematica delle “differenze” sia per riscoprire la genuinità della sua persona.

L’autore ha poi disegnato e firmato le prime copie del libro con tigri e aironi di china, timbrando i volumi con un ex libris prodotto appositamente per i Bibliodays 2015.

 

Pin It on Pinterest